Festival del documentario cinese "Luci dalla Cina"

29-31 marzo 2019

Academy Astra

Via Mezzocannone 109 - Napoli

Ingresso libero

Venerdì 29 marzo 2019

Ore 16.30 Apertura del festival

Ore 17.00 La signora del porto (Lady of the Harbour) di Sean Wang, Cina-Olanda, 2017 (87ʹ)

Ore 18.30 In un altro mondo (Beyond the world) di Yanlin Li, UK 2017 (16ʹ)

 Sabato 30 marzo 2019

Ore 17.00 Ancora domani (Still Tomorrow) di Fan Jian, Cina 2017 (88ʹ)

Ore 18.30  Vite nel baratro (The family in sinkhole) di Yao Zubiao, Cina 2017 (71’)

Ore 20.00 Chinese sketchbook di Sergio Basso, Cina-Italia, 2017 (65ʹ)

 Domenica 31 marzo 2019

Ore 17.00 Succede in città (Times in a town) di Qiao Jianjia, Cina 2017 (45ʹ)

Ore 18.00 La vigilia di Capodanno (The day before Chinese New year) di Yang Yunfeng, Cina 2017 (10ʹ)

Ore 18.15 Turtle Rock di XIAO Xiao, Cina 2017 (101ʹ)

 Tutti i film sono in lingua originale e sottotitolati in italiano.

Il Festival fa parte delle attività del Club Confucio per l’assegnazione dei CFU sotto “altre attività”

Luci dalla Cina.jpg

Venerdì 29 marzo 2019

 17.00

La signora del porto (Lady of the harbour) di Sean Wang, Cina-Netherlands, 2017, 87ʹ: la passione e la perseveranza di Suzanna, cinese espatriata, nell’aiutare i rifugiati che arrivano in Grecia, dove da tempo risiede. Da due decenni molti emigranti cinesi arrivano in Grecia alla ricerca di una vita migliore. Tra questi, Suzanna, che a causa del suo temperamento esuberante diventa presto la “madrina” del quartiere cinese di Atene. Con l'arrivo in massa di rifugiati dalla Siria, riconoscendo le somiglianze con quello che è stato anche il suo destino, Suzanna si adopera per soccorrere i nuovi migranti.

18.30

In un altro mondo (Beyond the world) di Yanlin Li, UK 2017, 16 ʹ: uno degli aspetti della spiritualità della Cina attraverso la storia personale della nonna della regista, considerata la medium del villaggio. Il film è l'odissea personale di Yanlin alla ricerca di una storia famigliare nascosta, riguardante la nonna deceduta, considerata una medium. Nel film la protagonista esplora l'universo spirituale cinese e ricerca un senso alla morte.

 Sabato 30 marzo 2019

17.00

Ancora domani (Still tomorrow) di Fan Jian, Cina 2017, 88ʹ: la storia della poetessa YU Xiuhua, affetta da paralisi cerebrale, che ha trovato nella scrittura il proprio riscatto. La storia di Yu Xiuhua, una semplice donna di campagna diventata, nonostante la paralisi cerebrale, la più celebre poetessa della Cina. Yu ha uno spirito brillante, ma cammina a fatica e ha difficoltà ad articolare le parole. In seguito a un matrimonio combinato, si trova coinvolta in una relazione che la rende molto infelice. Attraverso le sue poesie, Yu contempla il proprio destino, esprime il suo desiderio d'amore e riesce ad emanciparsi.

18.30

Vite nel baratro (Family in the sinkhole) di Yao Zubiao, Cina 2017, 71ʹ: il tentativo di attrarre turismo in uno sperduto villaggio dello Yunnan, un confronto tra madre e figlio. Nel tentativo di attirare il turismo verso il suo villaggio, situato sulla più grande dolina della provincia dello Yunnan, un giovane contadino si adopera per ripulire ed abbellire la zona. Senza però tener conto della resistenza di sua madre, che insiste per conservare il suo porcile... Grazie ai maiali, madre e figlio passeranno un anno memorabile.

 20.00

Chinese sketchbook di Sergio Basso, Cina-Italia, 2017, 65ʹ: un viaggio fra i sogni e le ambizioni dei ventenni oggi in Cina attraversando i paesaggi mozzafiato della Lunga Marcia. Il folle viaggio in moto di una coppia cinese molto speciale – un ragazzo anglo-cinese e una ragazza sino-francese – alla ricerca della propria identità, sulle tracce della Lunga Marcia degli anni Trenta, interrogando i giovani cittadini di adesso sul senso di quell'esperienza unica. A mano a mano che procedono nel viaggio, la loro inchiesta affonda, le loro identità si disgregano e la coppia si sfalda. E il film diventa un documentario sull'amore e la giovinezza, sui sogni, le ambizioni e la ricerca di bellezza, sulle speranze e le lotte in Cina, al giorno d'oggi.

 Domenica 31 marzo 2019

17.00

Succede in città (Times in a town) di Qiao Jianjia, Cina 2017, 45ʹ: cinema-verità in una stazione di polizia, dove arrivano casi di ogni tipo. Nella pianura di Huabei le questioni di sicurezza, come in tutte le piccole città, sono gestite dalla locale stazione di polizia. Qui, quotidianamente, i poliziotti si confrontano con molte situazioni differenti: a volte prevale la collera, in altri casi lo stress, altre storie ancora sono semplicemente assurde. Si tratta di un film d'osservazione, nello stile del cinéma verité, senza alcuna interferenza con i protagonisti.

 18.00

La vigilia di Capodanno (The day before Chinese New year) di Yang Yunfeng, Cina 2017, 10ʹ: una normale famiglia cinese seguita nei momenti intimi e nelle consuetudini legate alla festa del Capodanno. Un cortometraggio interamente girato con l'iPhone che ci invita a vivere gli intimi momenti di una ordinaria famiglia cinese durante un giorno speciale

 18.15

Turtle Rock di Xiao Xiao, Cina 2017, 101ʹ: un racconto poetico della vita quotidiana di tre generazioni di abitanti in un remoto villaggio di montagna. Il film si sviluppa in modo poetico attorno a un minuscolo villaggio chiamato Turtle Rock (“Roccia della Tartaruga”), per via della forma della grande roccia situata all'ingresso del paese. Girato in bianco e nero, il film osserva per l'intero corso di una stagione la vita quotidiana di tre generazioni della famiglia del cineasta, originario del villaggio. Questo viaggio verso un altro mondo, un altro tempo, ci permette di riscoprire un modo di vivere pressoché dimenticato.